Lettori fissi

Search

language

Smalti Kiko: vi odio e poi vi amo e poi vi odio...

lunedì 22 luglio 2013

Entri in un negozio Kiko: trovi gli smalti ad un euro e cinquanta... la tentazione di comprarne una quantità industriale è fortissima...
Provi mille colori: stupendi, brillanti, per ogni gusto ed occasione, ma poi ti ricordi dell'ultimo smalto preso: una delusione. Difficile da stendere, si sbecca dopo poche ore, pastoso dopo una settimana dall'apertura e che fa anche le righette.
Allora mi chiedo e vi domando, essendo questo più che un post di recensione un post per capirci qualcosa in più: avete mai preso uno smalto Kiko a prezzo pieno? Trovate che la qualità sia superiore? O  magari gli smalti scontati sono semplicemente vecchiotti e da smaltire, quindi con prestazioni più scadenti?
Perchè i tester sono sempre impeccabili, fluidi e gestibilissimi?

Ho provato davvero tanti tanti colori, finiti immancabilmente nel cestino.
Fanno tutti la stessa fine...
L'unico smalto di cui mi sento di parlare molto bene è un bellissimo arancione intenso della linea "Sugar Mat", ad effetto "sabbiato", il numero 640, tempestato di glitter dorati.
Non sono un'amante delle unghie brillantinate ma questo è proprio particolare, è tutto tutto completamente pieno di glitterini, tanto da sembrare quasi un colore unico ed uniforme.
Buona durata, non si è seccato dopo un mesetto dall'apertura... che abbiano per caso cambiato la formulazione degli smalti in questione?
Tutti gli smalti Kiko contengono 11 ml di prodotto ed hanno 36 mesi di scadenza dall'apertura. Ciò significa che per 36 mesi dovrebbero essere più o meno inalterati...

Questa è la lista degli ingredienti negli smalti della linea permanente:

Butyl acetate 
Ethyl acetate 
 Nitrocellulose 
Adipic acid/Neopentyl glycol/Trimellitic anhydride copolymer 
Acetyl tributyl citrate 
 Isopropyl alcohol
Acrylates copolymer 
Stearalkonium bentonite 
Styrene/Acrylates copolymer 
N-Butyl alcohol, Benzophenone -1 
Silica 
Diacetone alcohol 
 Dimethicone 
 Trimethylpentanediyl dibenzoate 
 Polyvinyl butyral 
Citral
May contain: Polybutylene terephthalate, Synthetic fluorphlogopite, Mica, CI 77891, CI 19140, Silica, Polyethylene terephtalate, Calcium sodium borosilicate, Alumina, CI 15850, Calcium aluminium borosilicate, CI 15850, CI 77510, CI 77007, Ethylene/VA copolymer, Acrylates copolymer, CI 15880, Polyacrylate-4, CI 77266, CI 77491, CI 77742, CI 74160, CI 77000, CI 11680, CI 74260, CI 77163, Sodium oxide, Calcium oxide, CI 47005, Tin oxide, CI 60725, CI42090 



questa quella degli sugar mat:

Butyl Acetate
Ethyl Acetate
Nitrocellulose
Adipic Acid/Neopentyl Glycol/Trimellitic Anhydride Copolymer
Acetyl Tributyl Citrate
Isopropyl Alcoohol
Silica
Calciul Aluminum Borosilicate
Stearalkonium Bentonite
Acrylates Copolymer
Styrene/Acrylates Copolymer
N-Butyl Alcohol
Benzophenone-1
Diacetone Alcohol
Trimethylpentanediyl Dibenzoate
Phosphoric Acid
Tin Oxide



Fatemi sapere le vostre esperienze! ;)

4 commenti:

  1. Io mi trovo abbastanza bene con gli smalti Kiko della linea permanente. Preferisco quelli dal finish cream,ne ho diversi e non ho notato particolare difetti! Li acquisto solo ed esclusivamente durante il periodo dei saldi, a prezzo pieno mai!!! xD Tutto sommato il rapporto qualità/quantità/prezzo non è così male, insomma mi accontento! Per gli smalti in genere non amo spendere cifre elevate e non mi aspetto grandi prestazioni, tanto mi piace cambiare spessissimo colore! ^.^
    Baci

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio del tuo parere :)
    Ci sto riprovando con uno smaltino per la french rosato, sembra molto più leggero e meno pastoso degli altri...
    Dopodichè smetto davvero ^_^

    RispondiElimina
  3. Mhmm anch'io mi sono fatta le stesse domande... in ogni caso non sono granché gli smaltini Kiko, si sbeccano sempre molto presto. L'unico che ho provato e salvo è il tortora della serie quick dry!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è la stessa cosa, il quick dry è il meno peggio che possiedo! :)

      Elimina

 
FREE BLOGGER TEMPLATE BY DESIGNER BLOGS